ASSOCIAZIONE SPORTIVA TICINESE

CORSA D'ORIENTAMENTO


Ultime News ASTi-CO

18.07.17 -

Aperto il sito per iscriversi come collaboratore EOC 2018!

E’ possibile ora registrarsi online su questo sito:

http://www.eoc2018.ch/eoc2018/volunteers/collaborators.html 

e dichiarare la propria disponibilità per questo importante evento. Chi si mette a disposizione riceverà da subito una bella maglietta STAFF ed i gadget EOC 2018!

Anche collaborazioni per singoli giorni sono bene accette. Iscrivetevi e soprattutto parlatene a vostri amici e conoscenti e convinceteli ad annunciarsi. Infatti per i giorni critici abbiamo bisogno più di 200 persone!

In caso di un buon risultato finanziario degli EOC 2018, la tua società riceverà un indennizzo per il tuo lavoro!

 

Grazie di cuore a tutti…

05.07.17 -

Nuovo diploma per Elena Roos nella prova "long"

Non finisce di stupirci Elena Roos. Oggi, alla sua prima gara boschiva in un mondiale élite, schierata addirittura nella prova “long”, ha terminato al quinto rango, dietro a diversi mostri sacri della C.O. La gara è stata vinta dalla svedese Tove Alexandersson, che si era preparata in modo speciale, rimanendo a letto da sabato, perché raffreddata. Niente da fare nei suoi confronti per la danese Maja Alm, l’unica però che le si è avvicinata nel tempo di percorrenza, vincendo la medaglia d’argento. Terzo rango per la russa, trapiantata in Svizzera, Natalia Gemperle, già molto più distaccata. Il quarto rango è di Anne Margrethe Hausken Nordberg, norvegese, che l’anno scorso aveva vinto la medaglia di bronzo. Il fior fiore dell’orientamento attuale, al quale appartiene ora anche Elena Roos, risultata una volta di più la migliore delle svizzere. Sabine Hauswirth si classifica subito dopo di lei, con mezzo minuto di ritardo, al settimo rango, mentre Julia Gross termina al 15.esimo rango. Tutte le tre ragazze svizzere sono così fra le top ten, obiettivo dichiarato degli allenatori svizzeri. Che non possono essere troppo soddisfatti della prova dei maschi, che perdono subito Matthias Kyburz, al quale un ramo fa cadere la lente a contatto e subito dopo perde pure quella di riserva, e si vede costretto al ritiro. Daniel Hubmann riferisce di una lotta continua nel verde e nelle paludi per avanzare; conclude al sesto rango, sconcertato per la tratta lunga iniziale, che a suo dire “può farti buttare alle ortiche la gara appena cominciata, se non indovini la scelta”; Fabian Hertner termina al settimo rango una gara nella quale non ha mai trovato il flusso giusto e demoralizzato nel finale per essere stato raggiunto da Leonid Novikov, il russo che ha conquistato la medaglia d’argento. La corsa maschile è stata vinta dal “lottatore” norvegese Olav Lundanes, un nome ben conosciuto dai ticinesi; Lundanes aveva vinto con la stessa irruenza la gara “long” dei campionati mondiali juniores di Arcegno nel 2005. La medaglia di bronzo è dello svedese William Lind.

Buona la prestazione di Sebastian Inderst, in questa gara allo sfinimento degli atleti. Tanto dura e lunga, da far dire a Novikov in conferenza stampa dopo la premiazione, che il tracciatore aveva sbagliato a calcolare le distanze, visto che il tempo del vincitore avrebbe dovuto essere 90 minuti, invece Lundanes ne ha impiegati 15 in più. Il lottatore con la maglia della nazionale italiana, Sebastian Inderst, secondo quanto scrive il sito Fiso, si è quasi trasformato in nuotatore, sempre nella prova long di C.O., quando ha attraversato la palude con l’acqua all’altezza del petto. Il suo tempo è di 31 minuti più alto di quello di Lundanes, ma il rango, 35.esimo, è di tutto rispetto.

 

Complimenti ai due orientisti ticinesi che tengono alta l’immagine della C.O. rossoblù gareggiando bene nei mondiali élite in Estonia e auguri di ripetere in staffetta le ottime prestazioni già realizzate. Seguiteli sui vari siti, su fb, instagram e twitter.

Lidia Nembrini

02.07.17 -

Giornata storica per l'orientamento ticinese

E’ una giornata da incorniciare quella di oggi: ai campionati mondiali di corsa d’orientamento, Elena Roos ha ottenuto la prima medaglia targata Ticino, per cominciare quella di bronzo, conquistata nella staffetta sprint, assieme ai compagni Florian Howald, Martin Hubmann e Sabine Hauswirth. Elena Roos ha nobilitato la sua prima medaglia iridata, terminando in testa la prima frazione della gara, molto fisica e poco urbana, anzi con tratti di brugaccia con erba molto alta. Elena Roos ha dato il cambio a Florian Howald, che pure è tornato dal suo giro mantenendo il comando, per passare il compito a Martin Hubmann, che purtroppo commetteva un errore grave al quattordicesimo punto, in una parte boschiva molto verde, ma ricca di sentieri. Invece di raggiungere il suo punto di controllo, Martin Hubmann finiva ad un’altra lanterna, destinata agli avversari, e prima di capire cos’era successo e dove si trovava la sua lanterna c’è voluto un bel po’. Svanito il sogno della medaglia d’oro, con la Svezia che approfittava del suo errore e di quello successivo della Gran Bretagna per portarsi al comando, mentre la Danimarca recuperava a poco a poco il distacco sui battistrada. Un abbacchiato Martin Hubmann dava il cambio in ultima frazione a Sabine Hauswirth, partita con grande slancio per recuperare posizioni, cosa che le è riuscita, grazie a una frazione molto controllata, ma tutta d’attacco, che le ha consentito di salvare la medaglia di bronzo, dietro a Svezia, per la prima volta campioni nella staffetta sprint e alla Danimarca, che quest’anno, dopo due ori di fila, deve accontentarsi dell’argento.

 

Felicissima Elena Roos, per la prima medaglia iridata della sua carriera orientistica e felicissima per aver vinto ancora una volta la prima frazione della staffetta sprint di una competizione internazionale.

Lidia Nembrini 

 

02.07.17 -

Oro per Elena Pezzati agli europei giovanili

Dopo l’argento nella gara individuale sprint, Elena Pezzati ha conquistato la medaglia d’oro in staffetta ai campionati europei giovanili, che si sono chiusi domenica 2 luglio in Slovacchia. Elena Pezzati ha portato al comando la squadra rossocrociata in seconda frazione, dopo che in prima tratta Siri Suter aveva chiuso al quinto rango. Elena Pezzati Pezzati ha dato il cambio a Eliane Deininger, vincitrice della medaglia d’oro nella gara individuale “long” corsa il giorno prima nello stesso bosco. La Deinger non ha avuto problemi ad imporsi nell’ultima frazione della staffetta, e ha assicurato così la vittoria alle diciottenni svizzere, con un distacco di ben 6 minuti sulla squadra austriaca. Terza la rappresentativa della Svezia.

Gli altri ticinesi in gara si sono ben difesi in staffetta: Manuele Ren, inserito in ultima frazione degli H 16 ha chiuso al sesto rango e ottiene così il diploma, mentre Elisa Bertozzi realizza il sesto tempo nella seconda tratta di un team misto.

 

 Lidia Nembrini

01.07.17 -

Sesta Elena roos nello sprint ai campionati mondiali

Una concentratissima Elena Roos ha conquistato nuovamente il diploma per il sesto rango ai campionati mondiali di Tartu, in Estonia, ottenuto nella gara sprint. Qualificatasi con il secondo rango nella sua batteria, Elena Roos era data come outsider per le pretendenti al podio di questa gara, anche perché una delle possibili vincitrici, la svedese Tove Alexandersson, ha dovuto dare forfait, perché raffreddata. Visto come è andata la gara, si può però essere felici del sesto rango di Elena Roos; arrivare sul podio era impresa ardua, perché le tre che ne hanno occupato i gradini hanno tutte già vinto una medaglia mondiale nella specialità o nella staffetta sprint. La vittoria di Maja Alm non è mai stata in dubbio; la danese ha una marcia in più delle avversare e lo si è visto anche nella volata al traguardo, quando ha staccato la pur velocissima Elena Roos. Alle spalle della Alm si è inserita la russa Natalia Vinogradova Gemperle, che vive in Svizzera, e al terzo rango Galina Vinogradova, che avevamo già potuto ammirare in una gara al Lucomagno. Il percorso della finale si è rivelato molto duro fisicamente e tecnicamente assai più difficile di quello delle batterie di qualificazione, e anche più lungo di chilometraggio. Appena davanti a Elena Roos si è inserita la bielorussa Anastasia Denisova, che l’anno scorso si era assicurata la medaglia di bronzo, mentre il quarto rango è della finlandese Venla Harju. Resta che Elena Roos ha confermato il suo eccellente stato di forma e di potersi considerare tra le migliori specialiste al mondo nello sprint. La medaglia europea o mondiale non tarderà ad arrivare. Domenica 2 luglio Elena Roos correrà la staffetta sprint, poi la gara long e pure la staffetta boschiva, nella quale ha preso il posto di Judith Wyder, che come noto ha chiuso anzitempo la stagione, perché incinta del primo figlio. Complimenti a Elena per il bel risultato e auguri per le prossime gare. Giornata fortunata per gli uomini svizzeri, che conquistano l’oro con Daniel Hubmann, davanti al francese Fréderic Tranchand e al campione uscente, lo svedese Jerker Lysell, mentre Matthias Kyburz sfiora il podio e chiude al quarto rango una gara troppo esitante.

 

Cronache e commenti alle gare mondiali su swiss-orienteering e worldofO.

Lidia Nembrini

01.07.17 -

Argento per Elena Pezzati agli EYOC

Elena Pezzati si è aggiudicata la medaglia di bronzo nella gara sprint dei campionati europei giovanili, che si stanno tenendo questo weekend in Slovacchia, in parallelo con i campionati del mondo assoluti, in corso in Estonia. La giovane orientista della Scom Mendrisio ha mancato di pochissimo la medaglia d’oro, andata con 5 secondi di vantaggio alla finlandese Anu Tuomisto. In uno sprint prevalentemente fisico, Elena Pezzati è riuscita a terminare la gara in progressione e ad assicurarsi la seconda medaglia in un campionato europeo giovanile. Bene anche Elisa Bertozzi, che ha chiuso al 13.esimo rango la sua prova nella stessa categoria; Elisa Bertozzi si è aggregata all’ultimo momento alla squadra svizzera, diretta da Gianni Guglielmetti, per sostituire una ragazza infortunatasi. Poca fortuna invece per il terzo ticinese schierato nei campionati europei giovanili. Manuele Ren, al via degli H 16 ha terminato al 22.esimo rango la gara sprint. Oltre alla medaglia di Elena Pezzati, il team rossocrociato porta a casa anche il bronzo di Chamuel Zbinden fra gli H 18 e il diploma di Nora Aegler nelle D 16, ottenuto per il sesto rango.

Nella prova “long” Elena Pezzati non è riuscita a ripetere la bella prestazione della prima giornata di gare e ha chiuso al 43.esimo rango della classifica, capeggiata dalla compagna rossocrociata Eliane Deininger, che salva in questa specialità l’onore della squadra svizzera, ottenendo la medaglia d’oro, che porta a tre il bottino dei ragazzi elvetici. Discreta la prestazione di Elisa Bertozzi, 40.esima, con un tempo finale di poco inferiore a quello di Elena Pezzati. Regolare la prova di Manuele Ren, che chiude al 26.esimo rango la gara disputata a Banska Bystrica.

 

I campionati europei giovanili si chiudono domenica 2 luglio, con la staffetta a tre, e percorsi che si sviluppano interamente nel bosco.  Vi sono buone prospettive per la Svizzera di incrementare il medagliere, sempre che tutti i componenti del team rossocrociato arrivino al traguardo con tutti i punti di controllo corretti.

Lidia Nembrini

30.06.17 -

Ultime info e dettagli viaggio per il campo cantonale di CO

21.06.17 -

È stato deciso di fondare il Fan Club di Elena Roos, che si chiamerà (se accettato alla costitutiva...) FORZA ELENA. 
Naturalmente lo scopo è quello di sostenerla sia moralmente sia finanziariamente, visti gli sforzi necessari per gareggiare a livello mondiale. Evidentemente FORZA ELENA è aperto a tutti ed ha bisogno dell'adesione di un gran numero di appassionati di CO e tifosi di Elena.
1. luglio - Riunione costitutiva e visione su grande schermo della gara sprint dei Campionati del Mondo.
2. luglio - Visione in compagnia della gara sprint relay
Iscrizioni entro il 25 giugno, e dettagli nell'invito.

10.06.17 -

RouteGadget e SplitBrowser 2. Fragori Caslano

09.06.17 -

Classifiche trofeo insubrico 2017

05.06.17 -

Dario Pedrotti, orientista del Trentino, runner sulle lunghe distanze, sky-runner e scrittore, terrà una conferenza, raccontando le sue esperienze di corsa, a Tesserete, giovedì sera 8 giugno, nell'ambito di AreaViva Outdoor Festival. Inizio alle 21.00 al villaggio AVOF.

Partecipate numerosi, Dario Pedrotti è uno scrittore brillante. Se parla come scrive.... sarà molto interessante.

05.06.17 -

Ultime info Fragori a Caslano

04.06.17 -

RouteGadget e SplitBrowser 8. TMO / Trofeo Insubrico, Cunardo

04.06.17 -

RouteGadget e SplitBrowser 1. Fragori Lamone

03.06.17 -

RouteGadget e SplitBrowser 7. TMO Bedero

28.05.17 -

Ultime info 7. e 8. TMO a Cunardo

25.05.17 -

Ultime info Fragori a Lamone

22.05.17 -

RouteGadget e SplitBrowser 6. TMO Castel S. Pietro

22.05.17 -

Classifiche sCOOL Cup 2017

18.05.17 -

Info vaccino CCCO

In riferimento al Campo Cantonale di CO, vogliamo rendere attenti i genitori che durante il campo dormiremo in una zona in cui sono state documentate zecche portatrici del virus dell'encefalite da zecche (FSME). Raccomandiamo il vaccino per i partecipanti al campo. Una buona copertura vaccinale viene instaurata dopo 3-4 settimane dalla seconda vaccinazione, che va fatta al più presto 4 settimana dalla prima. Per ottenere una buona immunità di 10 anni, è necessaria la terza dose dopo almeno 5 mesi dalla seconda dose.

Quindi consigliamo: la prima vaccinazione prima possibile, entro la prima settimana di giugno, in modo da potere fare la seconda entro la prima settimana di luglio ed essere pronti per il campo.

2017  2016  2015  2014  2013  2012  2011  2010  2009  2008